CiAl è un consorzio nazionale senza fini di lucro che rappresenta l’impegno assunto dai produttori di alluminio e dai produttori e utilizzatori di imballaggi in alluminio, nella ricerca di soluzioni per ridurre e recuperare gli imballaggi, conciliando le esigenze di mercato con quelle di tutela dell’ambiente.

Tra CiAl e il mondo della scuola c’è un’affinità particolare. Fin dalla sua costituzione, il Consorzio ha privilegiato il canale di comunicazione con insegnanti e alunni, compiendo diverse e numerose iniziative.

“L’alluminio rappresenta in pieno il concetto di economia circolare e come consorzio lavoriamo in tutta Italia per raccontare quanto sia importante riciclare. Lavoriamo nelle scuole con tanti progetti didattici, e quando la Fondazione ci ha presentato il format Seguimi, ci è piaciuto particolarmente. Non è facile realizzare dei progetti ben strutturati come questo, la Fondazione ha individuato i temi giusti per parlare ai ragazzi”, è quanto afferma Gennaro Galdo, Responsabile Comunicazione del Consorzio Cial.

Comieco è il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica. I suoi Consorziati sono produttori, importatori e trasformatori di materiale e di imballaggi cellulosici.

Come si riciclano carta, cartone e cartoncino? Che fine fanno migliaia e migliaia di giornali, sacchetti e scatole che ogni giorno vengono raccolti dai cittadini in modo differenziato?

Comieco  da una risposta a queste domande mostrando a grandi e piccini, ai cittadini, al mondo dell’informazione, ai rappresentanti delle istituzioni e dell’industria ed agli operatori del settore la realtà del riciclo dei materiali a base cellulosica.

Roberto Di Molfetta, Responsabile Area Recupero e Riciclo del Consorzio COMIECO così si esprime sul progetto Seguimi: “Siamo estremamente felici di essere partner di questa iniziativa. In due anni si avrà la possibilità di intercettare oltre 250.000 abitanti. É un’iniziativa creativa che ha alla base il concetto del fare, ovvero di realizzare azioni che mirano ad una concreta raccolta differenziata sia nelle scuole e che nei Comuni.”

Apri la Chat
1
Close chat
Ciao! Grazie per averci visitato. Premi il pulsante Inizia per chattare con il nostro supporto.

Inizia